No TV?

24 aprile 2011 § Lascia un commento

Si è trattato di un problema di spazi, non ci stava più in camera di Emma. Finalmente possiamo, attraverso il digitale, ascoltare la radio con l’amplificatore, e che programmi ci sono alla radio. Addirittura c’è Rai Auditorium. Lo usiamo solo per guardare dvd. Montalbano è fatto bene, se si è a casa il lunedì sera si può guardarlo. Rai movie ha una bella programmazione. La Litizzetto ci fa sempre ridere molto.

In realtà abbiamo poche scuse. Abbiamo ceduto. Abbiamo un televisore in sala.

cineforum

3 aprile 2011 § Lascia un commento

Settimana densa, quella appena passata. Molto lavoro, ben fatto, Emma ammalata (con le conseguenti sveglie notturne), pulizie di primavera…

Non ho avuto tempo di scrivere molto sul blog, per cui vi parlo di qualche film, che mi sento di segnalare (due) e che mi sento di sconsigliare (l’altro).

Partiamo dalle note negative: Antichrist di Lars Von Trier. Io dico: se uno è depresso e misogino, può avere i suoi buoni motivi. Ma questo non gli consente di trasmetterci gli stessi sentimenti conditi da un sano masochismo distruttivo. Bravi gli attori (solo due per tutto il film, Willem Dafoe e Charlotte Gainsbourg), splendida la fotografia (mai banale, immagini curatissime), girato bene. Ma cavoli, che storia distruttiva. Da guardare se si vuole farsi del male.

Molto bello, leggero ma non stupido, molto europeo, è invece Soul Kitchen. Una commedia allegra e intelligente che parla di cucina, buona musica, crisi economica e dignità. Bravissimo il protagonista Adam Bousdoukos, bravo e coraggiosoil regista Fatih Akin.

Il terzo film è drammatico, ma ben girato, ben sceneggiato e ben recitato. Si intitola About Elly, film iraniano di Asghar Farhadi. Ci racconta di un gruppo di amici alle prese con una nuova amica con qualche scheletro nell’armadio e di una cultura che sembra lontana dalla nostra ma che condivide con noi la passione, la lealtà e la voglia di cambiamento. Sembra di capire che la censura nulla possa di fronte a un popolo che vuole libertà; pur non toccando mai temi politici, la voglia di rinnovamento che emerge è palpabile.

Come avrete capito, abbiamo comprato un televisore… Abbiamo ceduto, ebbene sì. Qualche buon film ogni tanto è davvero piacevole.

Buon divertimento!

NO TV

1 luglio 2008 § Lascia un commento

Altro che No Tav. Da un paio d’anni Claudia ed io stiamo sperimentando la vita No Tv.

Bellissima. Leggiamo di più, ascoltiamo più musica (sia quella buona dei cd sia quella più frivola delle radio), abbiamo più tempo.

Senza la TV in sala, quando si torna a casa dal lavoro non c’è più la tentazione di accenderla e di sedersi sul divano a perder tempo davanti a quella scatola. Si può ascoltare un buon disco, leggere un buon libro, dormire. Tutte cose che ora scopro essere più interessanti della televisione.

Alla sera una bella passeggiata, una serata con gli amici o un buon cinema sono molto più piacevoli, per noi, di una serata davanti al televisore.

Ieri sera siamo rimasti a chiacchierare in terrazza, godendoci il fresco inaspettato e commentando tutti gli splendidi lampi che sono scoccati con il temporale.

L’inghippo è quando si beve il caffè con i colleghi, quando si parla con i nipotini e i genitori, quando alla radio parlano di TV: ci sentiamo un po’ fuori dal mondo, sensazione che, sotto sotto, ci piace pure!

Non abbiamo gettato in discarica il televisore. Lo teniamo nella stanza degli ospiti, su un carrello, pronto ad essere usato. Ma non lo usiamo quasi mai (una serata al mese, circa) e generalmente per guardare un bel dvd.

Fa una certa impressione vedere negozi di HI-FI occupati di tutti i tipi di televisori, con prezzi stratosferici; fa una certa impressione la discussione sul digitale terrestre; fa molta impressione chi, attraverso la TV, truffa la gente (Berlusconi compreso). Mi dà molta soddisfazione sapere che, non guardandola, non faccio parte di chi contribuisce al denaro di quel personaggio. Perché non si può contestare il conflitto d’interessi alimentandolo guardando le sue televisioni (ormai tutte, quindi).

Chissà se sapremo mantenere questo stile di vita anche avendo dei figli, non ci metto la mano sul fuoco. Ma so che ora, stiamo benissimo così!

Dove sono?

Stai esplorando le voci con il tag tv su l'uomo che verrà.