lettera agli amici del presidio dopo i fatti di sabato 6 settembre

9 settembre 2008 § Lascia un commento

Cari amici del Presidio,
Avete tutta la mia solidarietà.
Ma vi invito, per il futuro, a non offrire alla polizia alcun pretesto per scontri.
A chi giova infatti quel che è successo sabato? Purtroppo credo che giovi agli interessi del governo e dell’esercito USA.
Nonostante gli sforzi ammirevoli che fate per comunicare correttamente quel che succede, il cittadino medio è informato dalla RAI, da Mediaset e dal Giornale di Vicenza: fonti che non vogliono descrivere con obiettività quel che succede.
Quindi, per piacere, vi supplico: non diamo a chi fa disinformazione pretesti per dire che chi è contro il Dal Molin crea disordini. Se vogliamo che questo referendum funzioni (e mi sembra la migliore opportunità che abbiamo contro la nuova base) non dobbiamo offrire pretesti a chi è indeciso.
Spero che non prendiate male queste parole, ma ho paura che la questura voglia l’escalation della violenza, ho paura che i cittadini onesti ci caschino, ho paura che la nostra comune battaglia contro la nuova base naufraghi in una lotta tra chi è con la polizia e chi è contro la polizia. Questo non serve al No Dal Molin!
Con affetto, Nicola

Annunci

Dove sono?

Stai esplorando le voci con il tag presidio su l'uomo che verrà.