pregare con la guerra

12 settembre 2008 § Lascia un commento

Ieri ho vissuto un momento particolare.

Ho partecipato alla preghiera in commemorazione delle vittime dell’11 settembre organizzata dal comune di Vicenza e dalla Setaf (comando esercito USA a Vicenza). Mi sono sentito subito in forte imbarazzo a stare nello stesso locale di militari, a sentire preghiere che chiedono a Dio la protezione dei militari USA in giro per il mondo. In imbarazzo, ma non mi sono sentito incoerente: pregare va sempre bene, pregare con chi non la pensa come me può essere un buon modo per cercare di iniziare il dialogo.

Certo che è stato difficile restare lì seduti, di fianco a bandiere che per me simboleggiano morte e sopraffazione.

Ma sono stato felice di esserci andato.

Dove sono?

Stai esplorando le voci con il tag pregare su l'uomo che verrà.