aggiornamenti da Costabissara

2 maggio 2011 § 5 commenti

Weekend impegnativo, quello passato. C’è stata l’inaugurazione della chiesetta di San Zeno restaurata, l’inaugurazione del parco giochi di San Zeno e l’inaugurazione della piazza del municipio (che brutti quei lampioni, ma ho gusti strani, lo ammetto). Tre opere inaugurate in due giorni, pronte giusto giusto due settimane prima delle elezioni. Mah. Comunque, belle tutte e tre le cose: un bel parchetto, una chiesetta spettacolare, una piazza liberata dalle automobili.

Nei giorni scorsi è apparso anche il sito internet di PC, come mi ha segnalato l’amico Paolo Barbara, che ne è autore. Vedo quindi che la presenza femminile è molto scarsa anche in questo gruppo (due candidate più la candidata sindaco), l’età media leggermente maggiore. Un lettore del blog mi segnala che nella lettera di presentazione della candidata sindaco non ci sarebbe alcun errore. Mi suona strano ma mi fido, viste le mie carenze lessicali. Ho letto nel programma elettorale di PC alcune frasi che mi sanno di xenofobia, ma potrei sbagliarmi anche qui, riguardo ai nomadi (“diminuzione del numero di nomadi nel campo di sosta”: in sè non è un problema, ma come? li mandate via? dove? o avete un programma di emancipazione dalla povertà estrema anche attraverso l’assegnazione di case ERP?).

Non mi piace, nei programmi di entrambe le liste, la sottolineatura sulla necessità di “un paese più sicuro”: ma vi sembra poco sicura Costabissara? Vi sembra che sia davvero necessaria più polizia? La strada per la sicurezza passa soltanto attraverso la repressione della polizia o piuttosto attraverso politiche urbanistiche, educative e sociali di prevenzione della delinquenza?

Annunci

Tag:, , , ,

§ 5 risposte a aggiornamenti da Costabissara

  • Paolo Barbara ha detto:

    Ciao Nicola,
    ci tengo a precisare subito alcuni aspetti perché dalla sintesi dei programmi elettorali possono sorgere dei malintesi spiacevoli.
    In prima battuta la lista PC è molto attenta al tema dei nomadi e dell’impatto sociale che può generare una scorretta gestione del fenomeno. Negli ultimi anni, oltre che curare i rapporti con la comunità del campo di Motta, sono stati inseriti due Nomadi nelle squadre di operai comunali, per dar loro la possibilità di mantenersi ed inserirsi nel modo migliore. Tuttavia l’attuale campo ha visto una crescita oltre il limite di capienza per il quale era stato progettato, obbligando la futura amministrazione a prendere delle decisioni in merito.
    Per quanto riguarda il tema sicurezza siamo pienamente d’accordo con te sulla necessità di educare le persone ad una coesistenza rispettosa delle regole, ma nel breve periodo l’amministrazione deve garantire il rispetto delle regole e delle persone. In particolar modo si vorrebbe garantire, tramite la maggior presenza di vigili, la sicurezza dei pedoni a rischio per la presenza di automobili che non rispettano le regole (vedi via Fornace). Non da meno i continui imbrattamenti e danneggiamenti delle opere pubbliche che sono un onere per la comunità. Stiamo lavorando da alcuni mesi, per la realizzazione del PEDIBUS, strumento che crediamo possa ridurre il traffico in paese e possa essere un mezzo importante per educare i nostri bambini ad una mobilità sostenibile e rispettosa. Sono d’accordo con te che Costabissara non si può considerare un paese non sicuro in termini di delinquenza.
    Il tema del sociale per noi sarà, come lo è stato nell’ultimo mandato, la colonna portante dell’attività amministrativa, tanto da porre la persona, le sue esigenze e la qualità della vita al centro del nostro programma. A Costabissara opera un forte gruppo di assistenti sociali che fa da tramite tra le esigenze delle persone più disagiate e la macchina amministrativa. Gli stessi amministratori passano e passeranno parte del loro tempo tra la gente. E’ stato istituito un fondo sociale a disposizione di tali assistenti sociali da cui attingere per il sostegno della persona e della famiglia. Tale fondo viene alimentato con al tassazione delle raccolte fondi fatte nell’ambito dell’associazionismo, della cultura e dello sport: tale fondo verrà mantenuto e possibilmente potenziato. Considera inoltre che come amministrazione siamo stati i primi in provincia ad investire nei Voucher per i lavoratori, che hanno permesso di far lavorare persone che in questi ultimi anni hanno perso il lavoro, in regola e con i contributi pagati. So che sto parlando di cose che sono state fatte, ma sono strumenti che verranno mantenuti e potenziati perché si sono dimostrati positivi ed apprezzati dagli interessati. Non sono poi da sottovalutare gli investimenti fatti per il sostegno alle famiglie con figli alle scuole materne per le quali sono stati devoluti importanti contributi. Tale contribuzione si manterrà nel prossimo mandato, con assegnazioni fatte in base all’ISE, e verranno estesi agli asili nido.
    Sempre in ambito socio-culturale abbiamo investito e continueremo ad investire nelle politiche giovanili, tant’è che l’inaugurazione del centro giovanile di Motta non è stato uno slogan pre-elettorale, ma bensì un lungo cammino politico che tramite la mediazione tra comune, parrocchia ed associazioni, ha permesso di realizzare un progetto condiviso e continuativo che dia la possibilità ai giovani di vivere e prendere possesso del centro. Ormai come età sono fuori dal giro, ma sentendo parlare ragazzi dai 16 ai 24 anni, anche di altri comuni, riscontro che l’interesse per Costabissara è molto elevato, tanto da venir scelto come luogo di aggregazione. Per noi questo è e sarà sempre motivo di orgoglio.
    Hai scritto che i costi per il mantenimento dei parchi possono essere devoluti al sociale: il gruppo si pregia di avere in squadra un assessore che si occupa del mantenimento dei parchi e dei parchi gioco, dedicando la totalità del suo tempo all’impegno per il comune, e coordinando l’intera manutenzione con l’apporto delle squadre comunali. Non esistono appalti a ditte esterne. Se confronti i costi che l’amministrazione sostiene per il mantenimento del verde con quelle di altri comuni analoghi, ti renderai conto di come a Costabissara siano estremamente inferiori .
    Per concludere voglio affermare che anche nella lista PROPOSTA PER COSTABISSARA non ci sono pregiudicati.
    Avrei molte altre cose da scrivere in merito alle opere di edilizia pubblica, viabilità energie rinnovabili ma per il momento è meglio che mi fermi altrimenti annoio chi vorrà leggere, e ci diamo appuntamento ai prossimi giorni.
    Paolo

  • giacomo ollone ha detto:

    è pieno di polizia a costabissara, secondo me è addirittura troppa già adesso. su questo, entrambe le liste mi han deluso. premesso che forte per me è invotabile, mi pare che oltretutto amministri solo per confermare il consenso e rivincere le elezioni (come marcello vezzaro sindaco di caldogno dopotutto): legittimo, ma un amministratore vero dovrebbe andare oltre a queste bassezze. l’accenno ai rom l’avevo notato anch’io, veramente triste.
    inoltre, governano ininterrottamente dall’85, potranno dire di avere un vasto consenso, ma dopo un pò bisogna avere l’umiltà di farsi da parte.
    l’altra lista non entusiasma, anche se è ben più giovane e ha qualche progetto molto interessante. l’idea del wi fi è ottima e sembra essere una delle loro priorità.
    i programmi in generale sono poco innovativi, qualche buona idea però la si trova

    • Paolo Barbara ha detto:

      E’ veramente curioso che si ritenga che per ricambio ci si debba tirare indietro invece che lasciare ai cittadini la possibilità di scegliere. Mi sembra che il concetto di democrazia sia piuttosto distorto. In merito ai ROM ti invito a leggere quanto ho scritto e ti chiedo una cosa molto semplice: quand’e’ l’ultima volta che sei entrato in contatto con un ROM o hai fatto qualcosa per lui?

  • giacomo ollone ha detto:

    le lezioni di impegno sociale le dia a qualcun altro, io collaboro da anni con associazioni a vicenza, e da anni ci siamo interessati della situazione tragica dei nomadi in via cricoli.
    detto questo, il ricambio PRESUPPONE il farsi da parte, altrimenti il ricambio dov’è?? il limite dei due mandati è stato creato per questo, non per essere aggirato al fine di governare trent’anni…guardiamo i comuni qui vicini: a vicenza variati è al secondo mandato (e non di fila) e hullweck non si è candidato per il consiglio, a thiene la busetti è al primo e schneck dopo i suoi due mandati ha cambiato completamente carriera non interferendo più nella politica comunale (infatti non si è candidato consigliere), a valdagno neri è al secondo, a schio berlato sella dopo una vita da sindaco si è fatto da parte, e si è fatto da parte davvero, e non è nemmeno in consiglio comunale, a bassano cimatti è al primo mandato. forte nel 1997 ha lasciato spazio a un’altra sindaca (di cui, mi perdonerete, non ricordo il nome) ma si è ricandidato cinque anni dopo: non è proprio la stessa cosa. e adesso è candidato in consiglio (oltre a essere assessore provinciale: basta con l’accumulo di poltrone!)
    quello che voglio dire è che chiunque abbia studiato la scienza politica sa che il sindaco uscente viene confermato otto volte su dieci almeno, e per questo è stato posto il limite. è come se variati si ricandidasse a vicenza, poi candidasse tra sette anni la sua vice e tra dodici anni si ripresentasse lui. così come berlato sella, cimatti, la busetti, essendo sindaci uscenti sarebbero fortemente favoriti, ma non lo faranno. manderanno avanti altri. perché il rinnovamento passa anche da qui. dalla generosità di chi ha più esperienza. non è una regola. è il rinnovamento. lo si può accettare o no.
    io trovo forte invotabile. ma penso sia stato per certi aspetti un buon sindaco. concreto, ha fatto tanto su certi aspetti (anche se ha costruito troppo senza tutelare il territorio secondo me, ha puntato poco sulla partecipazione e la viabilità bissarese è tremenda), penso sia superiore alla media degli altri sindaci vicentini. ma è lì da troppi anni, e il suo gruppo non mi pare sia rinnovato nelle idee (mi dirai che non è vero, per me è solo una sensazione). probabilmente siete più preparati dell’altra lista, ma loro mi sembrano più entusiasti, più appassionati, più aperti e con tanta voglia di cambiare. anche se molti aspetti del loro programma sono modesti.
    io non ce l’ho con te, sia chiaro, ti rispetto come rispetto chiunque faccia politica in prima persona. la penso in modo diverso, ma ti faccio il mio in bocca al lupo.

  • Nicola Stocchiero ha detto:

    Grazie per i contributi, davvero interessanti. Vi chiederei di mantenere un tono cordiale, mi serve il dibattito per decidere chi votare, ma non vorrei trovare provocazioni o offese nel mio blog.
    Grazie!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo aggiornamenti da Costabissara su l'uomo che verrà.

Meta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: