La bici e la neve

28 novembre 2010 § Lascia un commento

Ho scritto una lettera al sindaco di Vicenza, eccola qua:

Gentile sig. Sindaco,
Le scrivo in merito alla nevicata di ieri, 26 novembre 2010.
Ho apprezzato la tempestività con cui sono state pulite le strade, nonostante il carattere improvviso dell’evento, e il reclutamento di spalatori anche attraverso messaggi sms a chi, come me, ha contribuito a ripulire la città dal fango in occasione dell’alluvione.
Mi resta un dispiacere e, vista la mia stima nei suoi confronti, non mi faccio remore a sottoporgliela.
Al momento del conferimento al consigliere Cicero del ruolo di consigliere delegato alla mobilità, era stato annunciato che l’amministrazione considerava, in ordine d’importanza, prioritario favorire pedoni, ciclisti, mezzi pubblici e infine mezzi privati. Nei fatti, non è avvenuto così.
Ho visto spalare le strade, quindi i marciapiedi delle vie principali, quindi… nient’altro. Io, che abitualmente mi muovo in bici, vista la situazione e prevedendo che le piste ciclabili non sarebbero state ripulite, mi sono mosso in autobus. L’autobus era imbottigliato nel traffico al pari delle automobili, condividendo la stessa sede stradale. Ma ancora sabato, giornata in cui ho usato la bici, non ho potuto usufruire dei percorsi ciclabili e ho dovuto arrischiarmi in strade pericolose a causa del traffico asfissiante.
Le suggerirei, convinto che lei farà comunque la cosa migliore per la città di Vicenza, di rendere effettivo l’ordine di priorità che tanto mi aveva fatto sperare. Se a tale ordine seguissero concrete azioni, quando inizia una nevicata i cittadini non userebbero l’automobile, ma i mezzi pubblici o la bicicletta, consapevoli degli ingorghi inevitabili con le aautomobili. Lo so, è un’idea forse poco popolare, ma Vicenza ha tutte le carte in regola per diventare una città libera dal traffico, se solo aiutassimo gli automobilisti a cambiare mezzo.
Nelle città del nord Europa prima si spalano marciapiedi e piste ciclabili, e solo successivamente le automobili.
Con immutata stima,
Nicola Stocchiero
Socio dell’associazione civica Vicenza Capoluogo

Annunci

I commenti sono chiusi.

Che cos'è?

Stai leggendo La bici e la neve su l'uomo che verrà.

Meta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: